Campo di Brenzone

37 km 500 dislivello, in salita strada e sterrato con pendenze a tratti impegnative, discesa su sterrato un po sconnesso e sassoso ma facile. Quota max 215 m.
Da Navene segue per un lungo tratto il lungolago per salire poi da Castelletto su mulattiere, seguendo a tratti il Percorso del Pellegrino e della Via dei Monti per raggiungere il piccolo borgo di Campo di Brenzone.
La traccia gps: GPX







Valmarzeta

Percorso AM sopra il Lago di Idro, 59 km, Quota max 1814 m.
Salita: 1700 m di dislivello, 21 km in gran parte su strada e sterrato comodo, con pendenze impegnative. 1 km da superare in gran parte con bici a spinta.
Discesa: Sterrato facile e strada, brevissimo tratto su sentiero tecnico.

Variante totalmente pedalabile: 48 Km, 1240 m di dislivello.

La traccia gps:  GPX (con variante) oppure GPSies



Partendo da Condino 453 m, si raggiunge Darzo 395 m su ciclabile, dove inizia l'impegnativa salita verso Dospre e successivamente Marigole 1150 m. Breve visita alle vecchie Miniere di Barite, poi si sale ancora su strada ripida. Si lascia la strada per Faserno per continuare dritti su sterrato, gradualmente il bosco lascia spazio ad ampie distese prative, si supera Malga Plas e passando sotto Malga Donida e Malga Spina si raggiunge Malga Casina Vecchia. Si passa per Malga Nagò e passando sotto i pascoli di Tonolo 1420 m si sale ancora su sterrato a Malga Capre si raggiunge Malga Valmarzeta 1760 m. Per evitare il tratto non pedalabile si può tornare indietro fino al bivio in loc.Tonolo e proseguire in discesa seguendo la variante.

Il percorso prosegue scendendo su mulattiera e sentiero fino a guadare il Rio Riccomassimo, riprende a salire su sentiero da fare a spinta, girando attorno alla Val Marza, in alcuni tratti è possibile trovare ristagno d'acqua sul sentiero e il guado di vari torrentelli può risultare difficoltoso.
Per raggiungere Malga Vallalusso 1814 m, si sale su tracce di sentiero con bici a spinta per un altro breve tratto e sfruttando la comoda mulattiera che scende da Malga Val Bona. Si scende a Lodrone 395 m su sterrato comodo e strada asfaltata, incrociando a quota 1140 m la strada della variante bassa.
Il ritorno a Condino segue in parte il percorso dell'andata. Partendo da Darzo il percorso si riduce a 42 km.





Passo di Tombea

Trail All Mountain di 78 Km, da Gargnano sul Garda Bresciano a Bocca Campei, quota max 1883 m.
Salita:  Dislivello 2600 m, 35 km di cui 25 km su sterrato, pendenze molto impegnative. Due brevi tratti a spinta su sentiero ripido.
Discesa: Breve tratto di 50 m circa tecnicamente molto impegnativo, poi facile single track e mulattiera a tratti sassosa e un pò sconnessa nella parte alta.
La traccia gps: GPX oppure GPSies



Partendo da Gargnano 80 m, si comincia a salire con pendenze molto impegnative seguendo delle stradine con fondo cementato o sterrato che fungono da scorciatoia alla più comoda SP9. Sul percorso si supera Musaga 415 m, poi seguendo le indicazioni per Costa si prosegue a destra verso Formaga 600 m e su comoda strada poco trafficata si sale alla Bocca di Magno 784 m. Si percorre in discesa la valle della Costa per poi risalire al paese di Costa 749 m. Si continua la salita sempre su strada verso Bocca Paolone 947 m. A quota 960 m la strada prosegue su sterrato ghiaioso ma ben pedalabile, si supera Passo della Colomba 1110 m, Passo d'Ere 1130 m, Passo di Scarpapè 1250 m, Passo della Puria 1374. Si scende poi su sterrato di circa 200 m di dislivello per poi risalire a Bocca di Cablone 1755 m lasciando il bivio che scende a Cima Rest a sinistra.
La salita a Bocca Cablone è ripida e in gran parte sterrata, molto soleggiata e panoramica. Si sale ancora su vecchie strade militari e passando da Malga Tombea 1840 m si raggiunge Bocca Campei 1825 m. Si prosegue su spettacolare sentiero scavato in parte nella roccia, con tratti esposti, quasi delle aeree cenge, ma senza difficoltà tecniche. Dopo una breve discesa un ultimo tratto di salita molto ripido, di 50 m circa è da fare con la bici in spalla, nei pressi di una galleria franata. In discesa anche i primi 50 m sono molto impegnativi, su sentiero ripido sassoso. Per raggiungere Malga Lorina 1370 m però la discesa è bellissima, su single track flow nella prima parte e facile mulattiera nella seconda. Si scende per la Valle di San Michele su sterrato fino a raggiungere con brevi tratti di leggera salita la SP38. Da qui si prosegue su strada con un continuo faticoso saliscendi verso Prabione 589 m e Gardola 560 m. Un sentiero sterrato collega poi al paese di Aer 555 m, dopo una prima parte in discesa però bisogna risalire spingendo la mtb per circa 2-300 m, si può evitare continuando a seguire la strada principale per Oldesio. Una stretta e ripida stradina cementata ritorna sulla SP38. Si raggiunge così Piovere 417 m, affrontando gli ultimi 2 km di salita. La discesa a Gargnano è molto bella e panoramica, nella prima parte su stradina sterrata in mezzo all'olivaia, poi seguendo la vecchia strada chiusa al traffico.

Si collegano a questo giro i percorsi: Cima Rest,  Tremalzo - San micheleRifugio Piemp


Dos del Sabion

In Val Rendena, un trail di 26 Km, 1350 m di dislivello in salita, quota max 2100 m.
Salita: 17 km di cui 9 km su strada, pendenze molto impegnative.
Discesa: 4 km Downhill flow "Sfulmini" + single track tecnico ma non difficile.
La traccia gps: GPX oppure GPSies



Dal parcheggio degli impianti sciistici di Pinzolo 774 m, si sale su strada verso la stazione intermedia della cabinovia Prà Rodont 1500 m, passando per loc. Vallastun, si sale con pendenza regolare 10-11% nei bellissimi boschi del Parco Naturale Adamello Brenta, attraversando però varie volte le piste da sci. Da Pra Rodont si continua su sterrato comodo, prima in leggera salita poi, dopo Malga Cioca 1723 m, con continui cambi di pendenza sempre più ripidi, fino a risalire completamente la pista del Monte Grual e raggiungere la Cima Dos del Sabion. 2-3 tratti di 50 m circa sono molto impegnativi, la pendenza e il fondo di ghiaia fine possono far slittare la ruota posteriore, con tecnica e allenamento si pedala al 100%.
Per la discesa ci sono varie possibilità, il percorso downhill "Sfulmini" è studiato molto bene, consente una divertente discesa, anche senza forcelloni; il percorso è ricco di passerelle in legno, wall ride e paraboliche, molto scorrevole, i numerosi tratti flow invitano a mollare i freni.. è consigliabile una ricognizione del tracciato e bici adeguate, se si vuole andare veloci. Fare attenzione a dare la precedenza ai biker più veloci. Nei pressi di Malga Cioca sono in corso dei lavori alle piste da sci, il tracciato è interrotto e per un breve tratto segue la pista da sci (3/9/2016). Video Brenta Bike Park
Da Prà Rodont si continua a scendere seguendo il sentiero con indicazioni per Pinzolo, tecnicamente impegnativo ma non difficile, si intercetta più volte la strada fatta in salita. Nei pressi di un piccolo gruppo di Masi di montagna di notevole pregio, si lascia il sentiero per ricongiungersi per un breve tratto alla strada e continuare a sinistra su mulattiera più scorrevole, fino all'abitato di Pinzolo.